COVID-19

AGGIORNAMENTO ANCE
6° Aggiornamento indicazioni operative per le imprese dell`edilizia – Covid 19 al 17 giugno 2020

 

EMERGENZA COVID 19 – LA GUIDA OPERATIVA AGGIORNATA ANCE IN MATERIA DI LAVORO
L`ANCE ha pubblicato una guida operativa in materia di lavoro aggiornata agli ultimi decreti (Cura Italia, DL Rilancio, decreto-legge 33/2020, DPCM 17 maggio 2020) contenente, tra l`altro, alcune indicazioni in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, le istruzioni Inps per fruire della cassa integrazione in deroga, regole per la sicurezza anti-contagio, trasferte, formazione e altro

 

COVID 19 DA ANCE EMILIA QUADERNO TECNICO CALCOLO MAGGIORI SPESE
Covid-19 gestione sicurezza cantiere: da ANCE Emilia un Quaderno Tecnico con il dettaglio per il calcolo delle maggiori spese, dedicato a Coordinatori Sicurezza, Datori di Lavoro e ogni altro addetti ai lavori interessato da questa fase di emergenza.

 

MASCHERINE E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE: QUALI UTILIZZARE
In allegato troverete tre file relativi a quale tipologia di mascherina chirurgica (DM) e quale tipologia di facciale filtrante (DPI) da utilizzare. Gli altri due file sono una sintesi delle relative norme UNI EN 14683 (DM) e EN 149 (DPI) per riconoscere e poter acquistare i relativi dispositivi in totale sicurezza.

 

DPCM 26 APRILE 2020
In allegato il DPCM del 26 aprile 2020 dove potrete trovare l`allegato 6 riferito agli ambienti di lavoro e l`allegato 7 riferito ai cantieri.

 

Procedure attuative del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro del settore edile
A seguito dell’emanazione del Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID 19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020, ed al Protocollo emanato dal MIT condiviso da Anas S.p.A., RFI, ANCE, Feneal Uil,Filca CISL e Fillea CGIL, le parti sociali dell’edilizia (ANCE, ACI-PL, ANAEPA CONFARTIGIANATO, CNA COSTRUZIONI, FIAE CASARTIGIANI,CLAAI-DIPARTIMENTO EDILIZIA, CONFAPI-ANIEM, Feneal Uil,Filca CISL e Fillea CGIL) hanno siglato il 24 marzo 2020 un ulteriore protocollo recante linee guida per l’intero settore edile.
Il documento, che deriva dal Protocollo delle Parti sociali confederali e recepisce il Protocollo del MIT, è stato integrato con altri elementi di dettaglio tipici del settore edile, recando ulteriori misure necessarie per garantire la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori al fine di prevenire il contagio da Covid-19.
L’intesa ha validità, ai sensi e per gli effetti dei decreti governativi vigenti e futuri connessi alla pandemia Covid-19 in corso, fino alla durata della pandemia stessa. Le imprese edili, pertanto, adottano il suddetto Protocollo di regolamentazione, fatti salvi eventuali altri specifici protocolli di analoga efficacia, all’interno dei propri cantieri e dei luoghi di lavoro e ferme restando le norme previste dai decreti governativi, e applicano le misure di precauzione elencate nel documento e di seguito declinate, per tutelare la salute delle persone presenti all’interno dell’azienda e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro nell’ambito della pandemia da COVID19.
Le attività declinate nel presente documento, possono essere allegate al DVR aziendale per la tracciabilità delle azioni messe in atto. (cfr. nota INL del 13 marzo 2020). Rimangono fermi i punti del protocollo per i quali non si è ritenuto necessario esplicitare una ulteriore procedura. Si sottolinea che l’applicazione delle misure per la prevenzione della diffusione del virus, comporterà un aggravio dei costi necessari alla prosecuzione dei lavori: si raccomanda pertanto un confronto con la committenza, la direzione lavori, ed il coordinatore per la sicurezza ove nominato, per la quantificazione ed il riconoscimento di tutte le spese aggiuntive da doversi sostenere.
Ove non è prevista la figura del CSE, il datore di lavoro si confronterà con il committente/responsabile dei lavori/direzione lavori. Al fine di permettere alle imprese del settore di effettuare una autovalutazione relativamente all’applicazione del protocollo anti contagio, si allega la check list (allegato 3) predisposta dalla CNCPT per supportare il lavoro dei tecnici degli Organismi Paritetici Territoriali del settore, nelle attività di consulenza e assistenza tecnica alle imprese ed ai lavoratori in cantiere.

 

Check List e supporti grafici informativi sulle misure di contenimento del Covid-19 negli ambienti di lavoro del settore edile

Al fine di contenere la diffusione del contagio del virus Covid-19 nei luoghi di lavoro nel settore edile, sono stati sottoscritti Protocolli tra le Parti sociali del settore, importanti stazioni appaltanti ed il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti rispettivamente nelle date del 19 e 24 marzo uu.ss..

Tali accordi che attuano nel settore edile il Protocollo del 14 marzo u.s. tra Governo, Confindustria e Confederazioni Sindacali individuano regole specifiche e dettagliate per il contenimento del Covid-19 nei cantieri edili ed assegnano agli enti bilaterali della formazione e della sicurezza il compito di aiutare imprese e lavoratori nella fondamentale opera di informare correttamente ed efficacemente aziende e lavoratori.

Gli Enti nazionali hanno perciò prodotto unitariamente dei materiali che traducono graficamente le regole e le indicazioni condivise dalle Parti Sociali.

I materiali prodotti sono stati pensati per un possibile utilizzo, oltre che nella attuale fase di emergenza, anche per la graduale ripresa futura delle attività.

 
 

 

Per richiedere informazioni  chiamare il numero +39 041 3694701 o compilare il modulo di richiesta.

RICHIEDI INFORMAZIONI